Punto G


Punto G, Mito o realtà?

Tra le creature fantastiche più famose, ricercate sin dagli albori della civiltà da tutti gli uomini, possiamo ricordarne tre: il BigFoot, i draghi ed il punto G femminile! L'esistenza del punto G è stata scoperta solo nel 1940 e da allora è diventato il protagonista costante di tutti i discorsi sul sesso sia tra ragazzi che tra ragazze e si è arrivati, nel 2020, anche a condurre un ulteriore studio che accertasse la sua presenza (lo studio la metteva in dubbio ma fu presto smentito). Più famoso di una star di Hollywood e più cercato del santo Graal, cos'è il punto G e dove si trova?

Il Punto G

Nonostante gli scetticismi il punto G esiste e funziona alla grande! Viene considerato il punto del piacere femminile ed è collocato alla fine del canale vaginale, a circa 5 cm di profondità. La corretta stimolazione di questo punto può portare all'orgasmo vaginale ed allo squirting. Lo squirting consiste nel rilascio dalla vagina di grandi quantità di liquido. Questo fenomeno, seppur legato al piacere sessuale, non coincide con l'orgasmo vaginale ma, al pari di questo, viene raggiunto attraverso la stimolazione del punto G. Questa però non sempre avviene sia perché difficilmente questo punto viene localizzato o raggiunto, sia attraverso la penetrazione che attraverso la masturbazione, (motivo per cui si è provato più volte a smentire la sua esistenza) sia perché la stimolazione non sempre avviene in maniera corretta ed appropriata. La prima associazione che viene fatta con il punto G è lo squirting. Proprio per questo la stimolazione è spesso dedita a far squirtare la propria partner senza pensare al piacere o all'orgasmo (come abbiamo visto lo squirting e l'orgasmo femminile sono due cose diverse). 

Dove il sesso e la masturbazione mancano entrano in scena i migliori amici delle donne: i sex toys!

Vibratori Punto G

I sex toys per il punto G spaziano dai più semplici e diffusi Dildo, realistici o in vetro, ai vibratori Rabbit che permettono simultaneamente la stimolazione del clitoride e quella del punto G e pareti vaginali ma soprattutto esistono veri e propri Vibratori per il Punto G. I vibratori per il punto G sono sex toys fatti appositamente per localizzare in pochi secondi questo punto del piacere femminile e sono perfetti per stimolarlo in maniera appropriata. La loro forma oblunga e curva si adatta facilmente al canale vaginale permettendo sia la stimolazione delle pareti vaginali che del punto G, favorendo un orgasmo più intenso e duraturo. I vibratori per il Punto G hanno una lunghezza media di 13cm (per adattarsi al meglio alla lunghezza del canale vaginale). Tra questi possiamo trovare vibratori a forma di ditovibratori con rilievi esterni per stimolare le pareti vaginali e vibratori lunghi e sottili. Ognuno di questi presenta diverse modalità di vibrazione per aumentare gradualmente l'intensità fino ad arrivare al raggiungimento dell'orgasmo. Una menzione d'onore la merita "Lovera", il vibratore per il punto G con modalità Swing e due potenti motori che permettono una stimolazione completa ed assolutamente appagante!